sabato 11 agosto 2012

LINGUINE (o spaghetti) ALL'ASTICE (vivo)




PREPARAZIONE DELL’ASTICE VIVO  ALLA BOLLITURA

Portare ad ebollizione una pentola capiente con coperchio, salare leggermente l’acqua dopodiché  tuffarvi l’astice (legata in precedenza per il lungo mettendo sotto il ventre un pezzo di legno o una“cucchiaiella”, in modo che non si muova e chiudendo le chele con degli elastici in modo da non farle aprire e pizzicarvi) e chiudere subito il coperchio.

Il tempo per la cottura varia a secondo la grandezza del crostaceo: per 1 kg. di peso (vivo), ci vogliono circa 15 minuti;  oltrepassare questo tempo, significherebbe farla “stopposa” (avete presente la stoppa, quella che usano gli idraulici? Bene, provate quella e fatemi sapere).  

A cottura ultimata, condirla a piacimento secondo la ricetta che più vi aggrada. La stessa preparazione è anche per l’aragosta, bisogna, in più, troncarle le antenne.

RICETTE PER LE LINGUINE:

Prendete gli astici (l’ideale sarebbero degli astici vivi, ma se non ve la sentite di metterli vivi in una pentola d’acqua bollente, vi consiglio di comprare quelli congelati).

Finito il tempo di cottura (vedi sopra), divideteli a metà per il lungo con un trinciapollo o un coltello grosso da cucina molto affilato, schiacciate, con l'aiuto di uno schiaccianoci, le pareti delle chele (in modo che la carne in esse contenuta rilasci i liquidi saporiti che contiene) e mettere il tutto in un tegame con olio extravergine, scalogno e una noce di burro.

Fate saltare qualche istante, sfumate con il vino bianco e poi aggiungete passata di pomodoro (che deve essere piuttosto densa).

Se l’astice è stato comparto congelato è consigliabile aggiungervi del preparato granulare di fumetto di pesce per dare quel sapore in più.

Cuocete a fuoco moderato facendo asciugare il sugo e rigirandolo delicatamente (solo il sugo!) di tanto in tanto.

Nel frattempo lessate le linguine o gli spaghetti.

Qualche istante prima del termine della cottura della pasta (“cottura al dente”), togliete le due metà di astice dal tegame (solo quelle, il sugo lasciatelo!) e riponetele in un piatto da portata e mettete da parte; unite del prezzemolo fresco spezzettato  al sugo; scolate le linguine e fatele saltare per pochi secondi nella padella con il sugo, alla fine guarnite il piatto, circondando ogni metà d’astice con la pasta e con del prezzemolo tritato fresco. Servire.


Nessun commento:

Posta un commento